C’è sempre una prima volta nella vita….e questo è stato il mio primo salone del libro di Torino.

E come mai non ci sei mai andata prima? Mah le risposte sarebbero tante…ma io credo che ci sia il tempo per ogni cosa e, prima d’ora, l’urgenza non era stata così forte e così percepita dalla mia mente e dal mio corpo.

Ma veniamo a questa esperienza. Se dovessi trovare una parola che la sintetizzi direi, senza dubbio, CONDIVISIONE.

Io ho condiviso viaggio, chiacchiere, cibo (poco), commenti, foto, code, con la mia amica di libri Rachele (presto ti parlerò di questa amicizia), quindi già sono salita sul treno con serenità e voglia di vivere questo salone in totale tranquillità.

Al salone, come è ovvio, c’è tutto il mondo dell’editoria e quello che ci gira attorno. Quindi, oltre agli stand, ci sono sale dedicate ad incontri con autori, scrittori, traduttori nelle quali ruotano per giorni presentazioni interessanti.

Io però sono partita con l’idea di vivere gli stand, i corridoi (affollati), i sorrisi e i commenti tra persone che, pur senza conoscersi, si ritrovano a commentare i libri, le frasi, a suggerire letture. Agli incontri non ci sono andata, pensando che le occasioni di parlare con gli scrittori siano sempre tante, soprattutto qui a Milano e anche in contesti più “intimi”. Non avevo voglia di fare code, ho proprio scelto di vivermi l’emozione di “flaner”, pur essendomi appuntata gli stand ai quali proprio non volevo rinunciare.

Sono tornata, carica sia dal punto di vista dell’energia che del peso….ovviamente non si poteva non compare, le tentazioni erano infinite.

 

 

Ho scattato molte foto, ma riporto solo quelle che mi hanno procurato emozione. Sì perché non tutti i libri ti chiamano nello stesso modo, così come non tutti gli espositori sono di uguale empatia!

 

 

 

11 commenti su “Il mio Salone del Libro 2019”

    1. Sì!!! E’ arrivato il momento giusto! Una esperienza unica all’insegna della passione per i libri. Felicissima

  1. Ci sono andata qualche anno fa ed è stata un’esperienza coinvolgente, mi sentivo immersa nel mio mondo di carta, di persone, di storie ed esperienze, ero piena di curiosità ed elettrizzata, come in trance in alcuni momenti. Capisco bene come hai vissuto questa tua prima volta!
    Un abbraccio
    Cristina

    1. Una prima esperienza davvero fantastica! Penso che ritornerò ma possibilmente non nel fine settimana, così potrà godermelo ancora meglio! Un abbraccio grande

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *