Mi sono imbattuta nel profilo di Francesca @unacasaallavolta per caso. Ma come sempre succede il caso non è mai davvero casuale.

Infatti in questo periodo sono particolarmente interessata all’arredamento, dal momento che sto modificando l’assetto della mia casa.

Francesca in realtà non è solo una arredatrice d’interni, si occupa di Home staging, quindi arreda e propone case in modo che raccontino una storia.

Ha fondato HOOMS, una società che si occupa di tutto quanto ruota attorno alla compravendita fino al design d’interni. Si forma in Italia e all’estero per poter essere sempre aggiornata sulle tematiche che la riguardano e arriva fino in Florida come ospite di Real America Estate.

Ancora una volta, per me, non è il lavoro che caratterizza una persona di valore. Francesca è una donna che lavora, una mamma e ha due cani, uno dei quali George un super cavalier che piacerebbe molto alla mia Glee.

Ho apprezzato il suo modo delicato e dolce di porsi attraverso i social, coinvolgendo la sua community anche su aspetti legati all’essere genitori, all’educazione dei figli, e da ultimo ha preso molto a cuore la didattica a distanza.

Qui la mia intervistasottolineata.

Cara Francesca quanto sono  rilevanti i social per la tua attività lavorativa? Credo che “essere social” debba essere un processo naturale. Per me è come parlare a tante “pen friend” lontane, come quelle che avevamo a scuola. Sui Social, su Instagram soprattutto, racconto la mia vita di tutti i giorni, ciò che sono e ciò che faccio. Arredo case, amo le case e la mia famiglia ed ecco ciò che troverete lì.

In quarantena poi è nato il canale YouTube, anche lì ho trovato persone meravigliose.

Qual è, a tuo avviso, la zona della casa che, in linea di principio, è più difficile da arredare? Credo ci siano zone dimenticate ma non difficili: sono le zone di transizione come ingresso, corridoio. In realtà sono zone in cui si può essere molto creativi.

Credo che su questo aspetto dovremo ritornare perché nella mia nuova casa c’è proprio una zona di transizione che per me è un grande punto interrogativo. Ma torniamo a noi.

Il tuo feed è armonico, curato, con foto molto belle, hai seguito corsi di fotografia? Sono fotografa d’interni: amo fotografare le case, ogni angolo mi parla, ogni dettaglio mi racconta una storia, ma non ho seguito corsi sui feed per Instagram. Amo l’armonia e la semplicità.

4 commenti su “L’arte di vestire una casa”

  1. Ho sempre pensato che ogni casa sia “storytelling” e a mia figlia ho sempre detto di non mettersi con un ragazzo che non abbia libri in casa.!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *